+39 081907182 +39 328 219 8658

Corsa dell'Angelo Forio d'Ischia

Le tradizioni sulle Isole restano più ancorate al territorio e nelle menti di chi vi abita e  Ischia ne è uno splendido esempio. 

 Tra le tante, prevalentemente religiose, emerge in particolare quella della domenica di Pasqua, “la corsa dell'angelo” che oltre a raccogliere gli Isolani intorno ad un affetto che è quello trasmesso dalle proprie famiglie incuriosisce ormai anche tanti ospiti dell'isola. 

 La corsa dell’Angelo si svolge nel centro di Forio ed è organizzata dall’antica arciconfraternita di Santa Maria visita poveri che ha sede in Piazza Municipio. 

Notizie di questa tradizione risalgono al 1600, si tratta di una rappresentazione sacra , accompagnata dal canto liturgico “Regina Coeli”,che segue fondamentalmente il testo evangelico della resurrezione di Gesù e  l'invio dell'Angelo a sua madre che accompagnata da Giovanni si reca al Sepolcro del figlio. 

4 statue in legno animano la scena quella di Gesù risorto, la Madonna,  San Giovanni Apostolo e l’angelo le prime tre realizzate da un ignoto scultore napoletano e quella dell’Angelo invece dallo scultore Francesco mollica (ad oggi nella sacra rappresentazione viene proposta una copia in quanto l’originale di quest’ultima è custodita nella chiesa dell'arciconfraternita). 

Il percorso Si snoda lungo le strade principali di Forio e oltre ad animare la mattina di Pasqua attraverso un rito che ormai si ripete da secoli è bello anche sapere quanti uomini foriani si recano presso la chiesa di buon ora  per accaparrarsi l'onore di portare una delle quattro statue sulle proprie spalle partecipando a quello che è ormai un affetto nei confronti della tradizione che solo chi partecipa alla manifestazione e vede con i propri occhi può cogliere. 

Il consiglio che offriamo agli ospiti che scelgono di trascorrere la Pasqua sulla nostra splendida isola è quello di non perdere questa manifestazione che testimonia una delle più antiche tradizioni religiose isolane.

Share on:

Verifica disponibilità